LANCIA CLUB, Western, Pop Art, Robotica e Natale

Torino capitale d’Italia per la storia, dell’Automobile per assunto. Nel contesto metropolitano ne dipendono castelli e palazzi risonanti di orgoglio pedemontano contrapposti a stabilimenti industriali simbolo perenne di occupazione e di rincorsa al benessere, al progresso, alla libertà tricolore. Torino città del cinema, delle radio audizioni, della moda, dei saloni internazionali. Torino che, come culla magica e artigiana d’arte e di stile, nel mese di dicembre si illumina al tramonto di luci speciali per addobbare e richiamare fortemente se stessa tra nostalgie e speranze di ogni Natale. Il Lancia Club vuole condividere queste sensazioni proponendo un incontro che fermi l’immagine di una città in cui tecnologia e storia si integrano e convivono producendo cultura. I novanta anni Rai raccontati dalla esposizione permanente di via Verdi sono collegati al sociale quanto all’evoluzione tecnologica italiana, i radioricevitori degli anni quaranta e i primi televisori successivi sono stati animati da trasmissioni sperimentali prodotte a Torino all’ombra della Mole Antonelliana dove all’interno, il Museo del Cinema ospita temporaneamente, in omaggio al regista Sergio Leone, una mostra che richiama la famosa produzione western nazionale “La trilogia del dollaro”. Alla Galleria d’Arte Moderna le opere giovanili di Roy Lichtestein esaltano la straordinaria vena dell’artista d’oltreoceano che, per i tratti decisi e colori smaglianti degli oggetti e degli spazi plasmati in chiave Pop, è considerato quanto Andy Warhol. L’excursus delle visite riprende cultura certamente già individualmente percorsa, tuttavia le date di riferimento possono essere confrontate con la produzione Lancia immaginando, di fronte a un fonografo degli anni venti, una Lambda Torpedo sfrecciante, oppure negli anni cinquanta una Aurelia parcheggiata in vista di un improbabile negozio di televisori, o la medesima Flavia Coupé blu Lancia più volte in attesa davanti alla stessa sala cinematografica con affissa la locandina di “Per un pugno di dollari”.  Alla Gam tra l’esclusiva Pop Art il riferimento obbligatorio sarà la Flaminia Loraymo, interpretazione stilistica di un altro maestro di tendenza. Le vetture non saranno solo occasione di reminiscenza temporale ai contenuti delle mostre, ma fisiche, allineate e scintillanti attenderanno i partecipanti nei nuovi spazi del garage del Museo dell’Automobile. Purtroppo i Robot che, durante la visita alla Comau, dimostreranno con mosse quasi umane gli alti livelli raggiunti dalla primaria realtà di automazione industriale, non saranno invitati a cena. Lambda e Flaminia hanno preferito di no.

PROGRAMMA  LANCIA CLUB E CLUB DI MODELLO NELLA TERRA DEI MOTORI
Torino, 12 – 13 dicembre 2014

     venerdì12  
     
  ore 12.00 accoglienza all’NH Hotel Collection Piazza Carlina **** Torino
  ore 13.00  buffet in caffetteria 
  ore 14.00 visita del Museo della Radio e della Televisione - Centro Produzione Rai
  ore 15.00  mostra “C’era una volta in Italia, il Cinema di Sergio Leone” - Museo del Cinema 
  ore 16.30  rientro in albergo o libero shopping 
  ore 18.15 tour in tram storico al Valentino e aperitivo a bordo
  ore 19.00    rientro in albergo sulle rotaie illuminate dalle luci d’artista 2014
  ore 20.15 partenza con bus bipiano d’epoca Viberti per il Museo dell’Automobile
  ore 20.45 cena degli auguri tra la collezione d’auto in rimessa nei nuovi spazi del museo
  ore 23.00 rientro in albergo e pernottamento 
     
  sabato 13  
     
  ore 09.00   partenza in pullman per la Galleria d’Arte Moderna
  ore 09.30 mostra “Roy Lichtestein, Opera Prima”
  ore 11.00  partenza per Grugliasco
  ore 11.30 visita ai robot della Comau, azienda di automazione industriale di FCA
  ore 13.00 light lunch in stabilimento  
  ore 14.30 rientro in pullman in albergo e arrivederci

Chi non avesse usufruito dell’offerta dell’orologio ufficiale 2015, proposto con il pagamento del rinnovo della quota sociale entro il 30 novembre 2014, potrà comunque ottenerlo aggiungendo euro 100,00 alla quota di iscrizione all’evento in oggetto e indicando nella causale del versamento il nominativo e il numero di tessera per l’incisione del fondello.

Indicazioni stradali (click sulla cartina)